Public days: 5 - 7 novembre 2021

Dopo una partnership progettuale avviata nel 2020, Intesa Sanpaolo diventa nel 2021 Main Partner di Artissima. La fiera e Intesa Sanpaolo condividono l’idea che l’arte sia un motore fondamentale per riattivare meccanismi virtuosi di dinamismo sociale e arricchimento culturale.

“In una logica di crescente attenzione del nostro Progetto Cultura verso la promozione dell’arte moderna e contemporanea – dichiara Michele Coppola, Executive Director Arte, Cultura e Beni Storici di Intesa Sanpaolo – rinnoviamo e rafforziamo la collaborazione con l’importante fiera torinese. Al centro del nostro impegno sono le collezioni d’arte di proprietà, le Gallerie d’Italia e Torino, e va in questa direzione la vicina apertura del nuovo museo di Intesa Sanpaolo a Palazzo Turinetti dedicato alla fotografia e al mondo digitale. Il grande progetto di Piazza San Carlo, anche grazie al lavoro con Artissima, contribuirà a confermare il ruolo di Torino come una delle città più apprezzate dell’arte contemporanea”.

La partnership 2020 ha portato alla creazione di un progetto condiviso di riscoperta e valorizzazione dell’Archivio Publifoto di Intesa Sanpaolo con la curatela di Ilaria Bonacossa, Direttrice di Artissima, e Barbara Costa, responsabile dell’Archivio.
La mostra fotografica, dal titolo Folle, è stata presentata in occasione di Artissima Unplugged in duplice versione: sul digitale nella sua forma completa di ventisei scatti selezionati, e in versione fisica presso la GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea dove dal 3 al 12 febbraio 2021 è stato presentato un distillato della selezione integrale.

Folle ha riunito fotografie scattate tra il 1930 e il 1980 rappresentanti le trasformazioni sociali e politiche del Paese catturando diversi momenti di aggregazione sociale. Vivere il distanziamento sociale, concetto così estraneo alle nostre pratiche di convivenza e convivialità, ha portato le curatrici a selezionare rappresentazioni di diversi tipi di folle partecipanti a eventi che spaziano dalla cultura allo sport, dalla mondanità alla protesta e dalla quotidianità del viaggiare alla partecipazione a riti sacri per portare lo spettatore a ricordare quale sia la sensazione di far parte di una grande moltitudine di persone.

La piattaforma digitale dedicata, ospitata su artissima.art dal 4 novembre 2020 al 12 febbraio 2021 ha presentato un grande muro virtuale sul quale si visualizzavano le opere selezionate, ciascuna con un testo di approfondimento sul contesto socio-politico in cui è stata scattata.

Agli scatti della mostra Folle si sono ispirati anche i partecipanti al concorso Sunday Photo de “La Stampa”, storico media partner di Artissima, di cui Ilaria Bonacossa è membro della giuria. Prendendo come spunto le immagini presenti in mostra e sulla piattaforma online, i lettori hanno inviato un proprio scatto alla redazione de “La Stampa” che, gestendo il concorso, ha selezionato, di concerto con Artissima e Intesa Sanpaolo, i 15 finalisti e il vincitore

► Per scoprire di più: Contest Sunday Photo

Infine il 20 novembre si è tenuto il convegno “Linee di Energia. Produzione, conservazione e trasmissione dell’arte italiana del ‘900” (comitato scientifico composto da Francesco Tedeschi, Sara Abram, Antonio Rava e presieduto da Giorgio Bonsanti) , in occasione della pubblicazione degli atti delle prime tre edizioni del convegno “Linee di Energia”, iniziativa promossa da Intesa Sanpaolo, dalla Fondazione Centro Conservazione e Restauro ‘La Venaria Reale’ e dall’Associazione IGIIC – Gruppo Italiano International Institute for Conservation.

► Per rivedere la diretta streaming, seguite questo link: Convegno Linee di Energia

L’incontro, che ha preso forma dal confronto tra artisti, storici e critici d’arte, curatori di musei e istituzioni, conservatori e restauratori, si è proposto come una nuova riflessione sui contesti di produzione artistica nella seconda metà del Novecento in rapporto alle attuali strategie di conservazione e presentazione delle opere d’arte.

► Un cofanetto che raccoglie i 3 volumi degli atti dei convegni è prenotabile qui: Pubblicazione Linee di Energia

 

Artissima Digital
powered by