Public days: 6 - 8 novembre 2020
Blog

Al via la 22° edizione di Artissima! #ArtissimaLive

6 Novembre 2015

Speriamo che sia ancora la fiera delle “prime volte”…  (cit. Sarah Cosulich Canarutto)

Ha avuto inizio stamattina la 22° edizione della fiera internazionale di arte contemporanea Artissima, guidata per la quarta volta dal direttore artistico Sarah Cosulich Canarutto. La fiera si svolge da domani, venerdì 6 novembre, a domenica 8. Oggi è invece la giornata d’anteprima dedicata alla stampa e ai collezionisti. Stasera, dalle 18 alle 21.30, invece, si terrà il vernissage ufficiale della fiera, seguito dalla festa al Circolo dei Lettori, Palazzo Graneri della Roccia (su invito).

ATPdiary è presente nello stand #ARTISSIMALIVE, una piattaforma di incontro e cooperazione tra magazine online che si occupano di arte contemporanea, assieme a Art and SignatureArtdependence MagazineFruit of the ForestTerremoto Magazine e Widewalls. Tutti insieme ci impegneremo a produrre articoli e resoconti del weekend fieristico, che andranno online giorno per giorno, sempre in aggiornamento. Di seguito, gli interventi dei partecipanti alla conferenza stampa di apertura, tutti monitorati da piccole clessidre dalla durata di tre minuti, per una “speed-conference di un’Artissima molto issima” (cit. Patrizia Asproni).

 

Antonella Parigi – Assessore alla Cultura regione Piemonte —

La regione Piemonte investe tantissimo sul sistema dell’arte contemporanea, sia su Torino che nel resto delle città piemontesi. Sosteniamo Artissima, The Others, la Fondazione Pistoletto, la Fondazione Sandretto Re Rebaudendo, la Fondazione Merz. Questo sostegno è uno degli assi della politica culturale della regione, confermato anche da questa giunta. Proprio sull’arte contemporanea stiamo aggiungendo ulteriori punti sul territorio, convinti che sia anzitutto un modo per creare un ambiente culturale, in cui sia possibile la produzione di contenuti. I nostri obiettivi sono: internazionalizzazione, innovazione, sentirsi parte del mondo europeo. Si tratta del vivere nel presente, nell’Europa, sia sull’asse culturale che politico.

Marco Arrigoni

News correlate

Artissima Digital
powered by