Public days: 6 - 8 novembre 2020
Blog

Artissima Questions and Answers | 9: Abaseh Mirvali

27 Ottobre 2017 Journal News

Nono appuntamento con Artissima Questions and Answers. Oggi parliamo con la curatrice dei Walkie Talkies: Abaseh Mirvali


Quali sono le conversazioni di quest’anno ad Artissima? C’è un comune denominatore che segui nella costruzione del programma?
Walkie Talkies è un format sperimentale di conversazioni in movimento. Ogni Walkie Talkies ha due protagonisti, si tratta per lo più di curatori, critici, e collezionisti. Quando ho selezionato i partecipanti, ho ricercato una diversità: di pensiero, disciplina e prospettiva; avremo un brillante gruppo di persone, molte dall’America, ma anche dall’Europa, che offriranno una personale ed accattivante lettura delle opere esposte negli stand delle gallerie partecipanti.

Qual è la tematica principale quest’anno? Quali punti principali dovremmo aspettarci?
Ciascuno dei 13 Walkie Talkies sarà unico nel suo genere grazie all’impronta delle personalità coinvolte. Ogni coppia, o trio, offrirà un percorso completamente diverso sia dal punto di vista del contenuto che dall’approccio. La novità è l’eterogeneità dei gruppi di curatori, collezionisti e critici che non vengono solo dal mondo dell’arte, ma anche da quello dell’architettura, del teatro e del design. Questa eterogeneità permetterà una selezione più eclettica, dinamica e di sostanza, ma anche varietà nella selezione delle opere in Fiera.

Ci sono tante fiere d’arte al mondo, per cui, a tuo parere, cosa distingue diversa Artissima?
Artissima vanta una grande tradizione nella cura con la quale coinvolge critici, curatori e professionisti del settore nel suo programma. A mio parere, questo tipo di attenzione è stato decisiva nel processo di costruzione del profilo della fiera, non solo perché è sintomatico di grande rispetto nei confronti degli addetti ai lavori, ma anche perché consolida i valori fondativi della fiera

Il mercato dell’arte, le tendenze, quanto influiscono questi aspetti nella scelta delle tue talks?
Nel mio caso non hanno avuto rilevanza. Ho basato la selezione sulla personalità dei singoli partecipanti, che sono persone interessanti, intelligenti e soprattutto accattivanti.


Artissima Digital
powered by