Public days: 4 - 6 novembre 2022

Il bambino Antonio Costa con amici, Abbiategrasso

5 aprile 1946
Publifoto
© Archivio Publifoto Intesa Sanpaolo

Antonio Costa nel 1946 aveva solo undici anni e viveva con i genitori ad Abbiategrasso, dove in breve tempo divenne noto per le sue fantomatiche doti da sensitivo.

Si racconta che al bambino, una volta bendato, fosse sufficiente posare le mani su una fotografia per riuscire a dire chi vi fosse ritratto e dove si trovasse in quel momento. Finita la guerra, i dispersi erano molti e non è difficile immaginare quante famiglie fossero affamate di informazioni sui propri cari e così affrante da cercare il conforto nelle parole di un ragazzino che sembrava poter risolvere i loro dubbi. 

Dai confini della cittadina la storia del “mago di Abbiategrasso” raggiunse in breve tempo la stampa nazionale per poi esaurirsi in fretta.


Artissima Digital
powered by