Public days:
Blog

Artissima 2022: i progetti speciali

20 Ottobre 2022 Journal News

Artissima –  la fiera più contemporanea d’Italia – torna a Torino dal 4 al 6 novembre. In linea con la propria vocazione dinamica e sperimentale, Artissima anche quest’anno affianca ad una proposta di mercato di alto livello, un’ampia proposta culturale, in grado di indagare sempre nuove e diverse modalità di proporre arte, in fiera e in città.

IN FIERA

Gregory Crewdson. Eveningside

In continuità con la mostra Eveningside (alle Gallerie d’Italia – Torino fino al 22 gennaio 2023), Intesa Sanpaolo – main partner della fiera per il terzo anno – presenta ad Artissima un corpus di opere fotografiche originali di Gregory Crewdson.

Artissima Junior

Un progetto di Artissima e Juventus pensato per i giovani visitatori della fiera dai 6 agli 11 anni. Quest’anno Artissima Junior vede l’artista Giovanni Ozzola concepire e guidare “BRILLA. Una costellazione”, un progetto che diventa un’opera d’arte collettiva al cui centro c’è una riflessione sul concetto di unicità. L’artista, accompagnando i bambini in un parallelismo con le stelle, inviterà i partecipanti a rendersi conto di quanto siano unici e a comprendere quanto la loro identità e diversità sia fondamentale per il futuro della nostra società.

An Alchemic Experience by Jaguar 

Uno stand immersivo firmato Jaguar coinvolgerà il pubblico della fiera in un’esperienza visiva capace di raccontare la trasformazione che il brand, connotato dallo spirito pionieristico di sempre, ha già iniziato guardando al 2025 e ad una nuova identità come luxury brand totalmente elettrico. Jaguar promuoverà anche la presenza della filosofa americana L.A. Paul, autrice del saggio “Transformative Experience” e protagonista di uno speciale talk al Meeting Point della fiera, per approfondire il concetto della “transformative experience” nel mondo dell’arte. Tema cardine di questa edizione di Artissima, il racconto dell’esperienza trasformativa, trova punti di incontro con il percorso di trasformazione intrapreso da Jaguar.

Torino Social Impact Art Award

Uno spazio dedicato ospiterà le opere video dei due vincitori della terza edizione del Torino Social Impact Art Award, un progetto che conferma l’impegno della fiera, Torino Social Impact e Fondazione Compagnia di San Paolo a supportare talenti emergenti. Federico Pozuelo presenta Burden of Proof, opera in cui costruisce una storia sui possibili modi in cui i pregiudizi alimentano il nostro agire, influenzando e alterando la maniera in cui interpretiamo i fatti. Natália Trejbalová presenta Under the Never Ground: girato nella Fortezza Sotterranea del Pastiss, il video è un viaggio fantascientifico nelle viscere di Torino in cui l’artista presenta un’inedita prospettiva sulla dimensione ipogea della città.

AudioGuide

Un nuovo progetto di podcast pensati per accompagnare i visitatori in una visita autonoma e personale della fiera, pubblicati sulla piattaforma di artissima.art e fruibili in qualsiasi momento durante l’evento. Collegandosi al sito di Artissima con uno smartphone, i visitatori possono selezionare la propria visita guidata, iniziando il proprio percorso in fiera grazie alla narrazione fornita dalla voce dei mediatori professionisti di Arteco. I tour sono in italiano, con traduzione trascritta. Il progetto, promosso da Lauretana, si inserisce negli sviluppi di Artissima Digital powered by Fondazione Compagnia di San Paolo.

A Sud

Il progetto nasce dalla volontà di Artissima di valorizzare l’attività di gallerie, fondazioni e istituzioni artistiche provenienti dalle aree meridionali e insulari d’Italia, rafforzando l’attenzione sul bacino mediterraneo come luogo di elaborazione artistica e incubatore di nuove prospettive creative. Si tratta quindi di un invito a riguardare, attraverso le istituzioni artistiche, le specificità dei luoghi – nel senso di avere riguardo per loro e tornare a osservarli – riconsiderando le carte geografiche per scorgere nuove connessioni, prossimità e risorse. I protagonisti dell’edizione 2022 di A Sud sono: Fondazione Merz/ZACentrale, Fondazione Oelle e Fondazione Paul Thorel.

 

IN CITTA’

So will your voice vibrate

Continua la collaborazione della fiera con i musei della Fondazione Torino Musei. Per Artissima 2022, con il titolo So will your voice vibrate, tre installazioni sonore di Riccardo Benassi, Darren Bader e Charwei Tsai saranno presentate rispettivamente alla GAM—Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Palazzo Madama–Museo Civico d’Arte Antica , e MAO Museo d’Arte Orientale.

Collective Individuals

Insieme a Intesa Sanpaolo, Artissima presenterà un progetto film e video prodotto in dialogo con le Gallerie d’Italia – Torino, di recente apertura, che ospiteranno la mostra. Intitolato Collective Individuals, il progetto sarà caratterizzato da una selezione di opere video, molte delle quali presentate per la prima volta in Italia, di artisti rappresentati dalle gallerie partecipanti ad Artissima. Curato da Leonardo Bigazzi, curatore di In Between Art Film and Schermo dell’arte, il progetto si propone di fornire una prospettiva sulle contraddizioni del presente.

Tempo rizomatico

Il Salone delle Feste dello storico hotel Principi di Piemonte | UNA Esperienze ospiterà una nuova installazione d’arte contemporanea intitolata Tempo rizomatico dell’artista italiano Diego Cibelli. La ricerca artistica di Cibelli parte da due premesse fondamentali: lo scenario virtuoso del paesaggio italiano e i magnifici archivi che la storia ha potuto produrre. Lavorando con la ceramica, a lui cara per la bidimensionalità che le è propria – da un lato materia a servizio dell’opera, dall’altro legame e prodotto del luogo da cui proviene – Cibelli offrirà al magico Salone delle Feste un allestimento capace di sintetizzare i valori fondamentali del suo creare.

Diana Policarpo. Liquid Transfers. illy Present Future 2021 Prize Exhibition

illycaffè, storico partner di Artissima, presenta alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo la nuova video installazione Liquid Transfers di Diana Policarpo — vincitrice nel 2021 del Premio illy Present Future — in cui l’artista prosegue la sua continua ricerca sui rapporti tra il mondo vegetale e la sfera sociale, politica ed economica. L’opera costruisce uno scenario che unisce scienza e speculazione per raccontare le dinamiche di sfruttamento delle risorse naturali e il loro impatto sugli ecosistemi e sui corpi umani e non.

Non vediamo l’ora di darvi il benvenuto a Torino questo autunno!

 

Artissima Digital
powered by